Image Alt

Percorsi Top Family

  /    /  Percorsi Top Family

Percorsi Top Family - Il giusto percorso da fare in famiglia

Vi proponiamo qui di seguito una serie di percorsi da poter effettuare in gruppo familiare o con amici. Non troppo difficili ma che vi porteranno a scoprire alcuni angoli nascosti del Valle Cadorina

Percorso Alpe de Senes – Regoietes

Partenza Percorso: San Vito di Cadore
Tempo: 2.5 ore andata e ritorno
Difficoltà: Turistica (facile)

Dal centro di San Vito di Cadore si può raggiungere in macchina per un pezzo e poi a piedi il Ristorante “Rifugio Senes” (per la strada che porta a Serdes, superato il ponte si seguono le indicazioni per “Senes”).
Qui si lascia l’auto e si prosegue e piedi lungo il sentiero CAI n. 458.
La strada sterrata si inoltra nel bosco e permette di raggiungere il “Taulà di Regoietes” con una comoda e piacevole passeggiata che regala splendidi scorci delle Dolomiti che circondano San Vito di Cadore

Percorso Eremo dei Romiti

Partenza Percorso: Domegge di Cadore
Tempo: 3 ore andata e ritorno
Dislivello: 470 m.
Difficoltà: Escursinistica (moderata)

Percorso in auto

Si seguono le indicazioni per i Rifugi “Padova”, “Cercenà” ed “Eremo dei Romiti”. Si scende verso il Lago Centro Cadore, si supera il ponte e al Bivio per i Rifugi Padova e Cercenà ci si dirige verso sinistra, portandosi ai prati di Nàvare, dove potete parcheggiare l’auto (circa 700mt).

Percorso a piedi

Sentiero 347 (Via crucis) si inizia la strada forestale per il monte froppa (indicazione Eremo dei Romiti). Dopo la prima rampa  si passa il ponticello sul torrente Saceido, si hanno due opzioni:

  • Si segue la strada Forestale;
  • Se segue il sentiero 347 detto Via Crucis. in quanto lungo il persone si possono trovare  le 15 stazioni della Via Cruscis. Tutte fatte in legno  e meritano di essere ammirate.
    Il sentiero continua con tornanti alle pendici del Monte. Lungo la via si può trovare il capitello affrescato dedicato a San Giovanni Battista. Proseguendo verso destra, in 5 minuti circa, si arriva alla cima del Monte Froppa dove sorge il rifugio Eremo dei Romiti
percorso cibiana

Sora Croda

Partenza Percorso: Cibiana di Cadore
Tempo: 1.5 ore andata e ritorno
Difficoltà: Turistica (facile)

Si raggiunge la Frazione di Pianezze e, terminata la strada asfaltata, si imbocca il sentiero dulla destra che attraversa il versante superiore di Cibiana di Cadore.
Seguendo le indicazione per “Sora croda” e attraversando un bosco si giunge all’omonima località dove la vista della valle del Boite colpirà i vostro occhi. Qui è possibile fare una pausa nell’area pic-nic e godere della vista panoramica. Si prosegue per la palestra di Roccia e lungo il senitero di rocce e muschio si arriva alla località “Le Tesseres” dove si trova un’altra area pic-nic dove poter fare una pausa e ammirare il panomarma circostante. Da qui si scende per un bosco di faggi e si ritorna a Pianezze.

Sentiero delle Orchidee

Partenza Percorso: Serdes o Chiapuzza (San Vito di Cadore)
Tempo: 50 minuti
Difficoltà: Turistica (Facile)

Percorso nella Valle del Boite

La “Panoramica” è una strada forestale che unice i due ponti sel torrente Boite: quello di Chiapuzza e quello di Serdes.
Chi sale dalla strada asfaltata che dal ponte di Serdes porta all’altopiano di Senes incontra sulla destra un bivio e una sbarra blocca auto: è la “Panoramica”.

Chi sale dal ponte di Chiapuzza deve salire circa 100 metri verso Senes e girare a sinistra oltrepassando una sbarra blocca auto.

Da qui una piacevole passeggiata ha inizio con numerosi scorci panoramici sulle Dolomiti e sui vari villaggi di San Vito di Cadore. Lungo il percorso si possono incontrare varie specie di orchidea che nascono spontaneere di varia natura anche rare. Il miglior periodo per trovare il sentiero fiorito sono i mesi di giugno e luglio.

Cascata di Borca

Partenza Percorso: Villanova di Borca di Cadore
Tempo: 1.5 ore
Difficoltà: Turistica (facile)

A Borca di Cadore, passando da Villanova  davanti la chiesa parrocchiale si arriva al ponte sul Torrente Boite. Qui parte il sentiero 476. Girando a destra subito dopo il ponte Si attraversa un ruscello e si segue una pista forestale.

Dopo la prima parte pianeggiante immersa nel bosco la strada si fa più ripida all’interno di un bosco di abeti. In breve seguendo il rumore dell’acqua si giunge ai piedi di una cascata di alcune decine di metri. Il panorama è molto suggestivo ed è possibile fare un pic-nic nell’area attrezzata.

You don't have permission to register